Come Fare Fiori di Pannolenci

Il consiglio primario è sempre valido: create dei cartamodelli da cui ricavare la sagoma base sul pannolenci, così da evitare gli sprechi di materiale, e prendete l’abitudine di conservare i ritagli perché possono servire sempre o per ricavare dettagli minuscoli o come imbottitura.

Per le nostre creazioni floreali in stoffa l’occorrente di base sarà

pannolenci variamente colorato (verde erba e scuro per le foglie, a piacere per petali e fiori)

ago

filo in tinta con il pannolenci

forbici

cartoncino o carta di recupero + pennarello per tracciare il nostro cartamodello.

Vediamo insieme alcuni esempi delle cose che possiamo comporre.

Per il Quadrifoglio tracciate una M in stampatello maiuscolo con i bordi superiori arrotondati ed unite con una linea orizzontale le due estremità inferiori. Ritagliate questa forma e replicatela per quattro volte sul pannolenci verde erba. Prendete una delle sagome e fate passare l’ago lungo il bordo inferiore, lasciando almeno 6 cm di filo libero e dando almeno 2-3 punti dritti e ravvicinati: procedete infilando, come le perle di una collana, le altre 3 forme sempre dando un paio di punti dritti e ravvicinati lungo il margine inferiore. Una volta impunturate tutte le sagome, tirate delicatamente il filo alle due estremità (quello libero all’inizio e quello inserito nell’ago alla fine) così da unire il tutto. Fate un doppio o triplo nodo al filo e tagliate l’eccesso.

Variando il colore del pannolenci e il numero dei petali, potete utilizzare questo schema per creare un fiore simile alla margherita africana.

Dente di Leone per creare l’infiorescenza di un Tarassaco, create due cartamodelli a forma di rettangolo (uno più grande, l’altro piccolo circa la metà) e ricavate le forme di pannolenci giallo corrispondenti. Prendete il rettangolo più grande, piegatelo su se stesso a metà del lato più corto ed unite i margini del lato lungo cucendo con un punto dritto e fermando il filo all’inizio con un nodo fermo: lasciate però libera l’estremità con l’ago, perché dovrete tirare il filo, arricciando il pannolenci, in un secondo momento. Con le forbici, realizzate dei tagli paralleli lungo il lato lungo opposto a quello che avete cucito. Continuate per tutto la lunghezza del lato e, infine, arricciate la striscia tirando il filo e facendo combaciare le due estremità. Cucite con un punto fermo. Ripetete l’operazione per il rettangolo più piccolo: piegate, cucite, tagliate, arricciate, chiudete. Prima di sovrapporre le due corolle, scombinate le strisce per dare più volume, cucitele una sopra all’altra e definite se necessario il centro con un pallino di pannolenci giallo o una perlina in tinta.

Mimosa Ritagliate dei cartamodelli a mandorla per ricavare le foglie: con le forbici, sfilettate lungo i margini della stoffa, una volta ritagliata, per creare l’illusione delle piccole foglioline parallele. Per il fiore, potete creare dei piccoli pon pon con lana e cotone, oppure impiegare una versione in miniatura del Dente di Leone per realizzare i vostri fiori in pannolenci