Come Fare una Grigliata

L’ estate è tempo di cene all’aperto e di grigliate gustose. Basta un balcone e una griglia adatta alla cottura della carne per sentirsi in vacanza. Se ti piace il profumo di bistecche arrosto cotte nel modo giusto, basta seguire poche regole semplicissime per garantire, oltre ad una grigliata saporita, una grigliata sicura per la nostra salute.

La cottura alla griglia è una particolare cottura arrosto che può essere effettuata seguendo tecniche diverse. La cottura avviene su una griglia posta vicino ad una fonte di calore diretta tipo le braci o una bistecchiera. Io preferisco la brace ottenuta dalla combustione di legno duro come quercia, frassino, olivo, faggio che è quella migliore in quanto dà alla carne un profumo particolare, ma va bene anche la classica carbonella.

Per ottenere la brace sia dalla legna che dalla carbonella, metti nell’apposito contenitore dei legnetti
e dei giornali e, con un accendigas con il collo lungo, dai loro fuoco, usando contemporaneamente uno stantuffo per soffiare l’aria.Quando hai acceso il fuoco, calcola una mezz’ora, se hai usato la carbonella e un’ora,se hai usato della legna fino a quando vedi che la brace si sta per spegnere.
Sulla superficie della brace si deve formare un velo di cenere: questo è il momento giusto per la cottura.

In un primo momento la carne la devi mettere molto vicina alle braci ma evita di farla bruciare,
così che si “scotti” la superficie e si limita la fuoriuscita di succhi. In un secondo momento,
devi allontanare la griglia dalle braci, per evitare che le parti grasse, colando, s’infiammino, nel caso vedi le fiamme, butta sul fuoco del sale grosso.
Rigira la carne un paio di volte e ti accorgerai della giusta cottura, infilandoci un forchettone.
Metti il sale solo a fine cottura altrimenti la carne si indurisce.