Come Fare il Trucco Correttivo

Camuffare brufoli, angiomi, macchie solari, ustioni e nei, è possibile grazie alla tecnica del camouflage. Si tratta di un maquillage correttivo, che è realizzato con prodotti specifici e mirati che sono particolarmente pigmentati e coprenti. Non si tratti di un make-up che potete adottare tutti i giorni, perchè richiede tempo e pazienza per essere realizzato, ma anche perchè essendo particolarmente coprente, risulterebbe troppo occludente e pesante per essere usato quotidianamente.

Questa tecnica può essere realizzata in occasioni speciali, se avete programmato di truccarvi da sole per la festa di laurea o per quella del vostro matrimonio, visto che è particolarmente adatto per chi dovrà affrontare lunghe giornate a contatto con flash e luci. Il camouflage si ispira alla teoria dei colori secondo cui, mixando colori neutri, caldi e freddi, è possibile minimizzare le imperfezioni dell’epidermide. I colori caldi quelli che vanno dal giallo al rosso, annientano i colori freddi, che vanno dal viola al blu, e viceversa.

Per orientarci in tal senso prima di procedere, realizziamo una scheda in cui elencheremo tutti quei colori caldi che annullano i freddi e viceversa. In pratica, la teoria dei colori ci spiega che l’opposto del rosso è il verde, quindi se presentiamo dei rossori, prima di stendere fondotinta e cipria, applichiamo un pò di correttore verde, in modo da camuffarli completamente. Se invece le vostre occhiaie sono violacee, dovete procurarvi un correttore dalla nuance che sia opposta al viola, in modo da neutralizzarlo.

Il colore in contrasto con il viola è il giallo, per cui il correttore adatto per camuffare le vostre occhiaie sarà senza dubbio di colore giallo. Detto ciò, parliamo dei prodotti di cui dobbiamo disporre per realizzare il nostro camouflage. In primo luogo procuriamoci una crema idratante, che non abbia una consistenza troppo grassa, l’ideale a tal fine sarebbe sostituirla con un siero che asciuga più in fretta e non unge troppo.

In secondo luogo applichiamo un primer viso che minimizzerà i pori dilatati e levigherà la pelle per consentire una migliore stesura dei prodotti che applicheremo in seguito. Il primer potrà essere neutro oppure viola o verde, a seconda se avete delle evidenti macchie che virano al beige/marrone o dei rossori e couperose da minimizzare. Con un pennellino stendete un correttore specifico a seconda delle imperfezioni da coprire.

Verde per i rossori e i brufoletti, giallo per le occhiaie violacee, aranciato per quelle bluastre e rosa per quelle non troppo evidenti. Assicuratevi che sia pastoso e coprente, anche se una texture del genere va lavorata con molta accuratezza. Dopo averlo steso col pennello, lo dovete infatti sfumare con i polpastrelli o con una spugnetta.

Stendiamo adesso un fondotinta su tutto il viso con un pennello o con una spugnetta, tamponando nelle zone “critiche” e insistendo su quelle in cui avete precedentemente applicato il o i correttori. Scegliete un fondotinta compatto se avete la pelle mista o grassa e uno leggero e luminoso se non avete particolari imperfezioni da camuffare. Se avete la pelle matura optate per un prodotto dalla consistenza corposa e grassa. Infine applicate la cipria con un pennello grande o un kabuki. Conferiamo colore con un blush o un bronzer e il gioco è fatto.